1/24

Un osservatorio per avvistare i caprioli ed altri animali selvatici nel bosco, un luogo dove leggere un libro tra gli alberi o semplicemente per meditare in mezzo alla natura. La piccola cabin è costruito su un basamento in calcestruzzo preesistente sul quale un tempo poggiava una torretta di appostamento per la caccia. La pianta della piccola struttura è ruotata rispetto al basamento in modo da ricavare un pianerottolo davanti all’accesso ed inserirsi in maniera più organica tra due alberi cresciuti a fianco del basamento e così da creare un effetto immersivo maggiore quanto si è all’interno della cabin.

La struttura è collocata idealmente in un crocevia tra la strada poderale che attraversa il bosco e il sentiero che porta all’ingresso dei giardini di una villa storica poco distante: da queste due direttrici si può godere di due scorci significativi della struttura nel suo contesto e, più precisamente, dei due spigoli vetrati che contraddistinguono l’osservatorio.

Il rivestimento esterno, costituito da legname di recupero, come molti altri componenti, è un assito con diverse sezioni, spazzolato e mordenzato nero, che conferisce al piccolo manufatto un aspetto in totale simbiosi con le geometrie ed i colori suggeriti dal bosco.

Il tema chiave del progetto è l’idea di continuità, declinata alle diverse scale e secondo diverse interpretazioni. La prima è una continuità di tipo insediativo: la struttura unisce idealmente un sentiero che collega direttamente il giardino della villa con la strada principale che gira attorno alla tenuta. Scendendo di scala, la posizione delle aperture consente una totale continuità visiva attraverso l’edificio, quasi smaterializzando il volume lungo l’asse longitudinale. Sull’asse opposto, il rivestimento sopra descritto va in continuità con la verticalità degli alberi e con i colori del bosco. In base all’incidenza della luce i vetri diventano da trasparenti a riflettenti creando, in quest’ultimo caso, una continuità tra il bosco dietro e attorno alla cabin e il bosco riflesso.

Photo: Alberto Canepa.

Special thanks to Small Architecture Workshop

PROGETTO

Alessandra Castelbarco

Valerio Panella

IN COLLABORAZIONE CON

Andrea Masperi

Small Architecture Workshop

BUILDING WORKSHOP

Marco Di Nallo

Chiara Girolami

Giuseppe Tagliabue

Renzo Bottura

CRONOLOGIA

Progetto e

costruzione 2017

PROGRAMMA

Osservatorio per

la fauna selvatica

SUPERFICIE

5 mq

Please reload

DOVE SIAMO

SEGUICI

Via A. Maffucci, 40

20158 Milano (MI)

Strada San Bartolo, 63

61121 Pesaro (PU)

+39.02.36557854

info@plusultra-studio.com 

This website was handmade with care

|  © 2019 plusultra-studio.com  |